Nadia Esposito: Illustrando il Don Chisciotte (Edizioni Accademia di Terra d'Otranto)

 

EDIZIONI  DELL’IRIDE

Nadia Esposito, Illustrando il Don Chisciotte – Viaggio nel fantastico mondo del Cavaliere errante – Edizioni Accademia di Terra d’Otranto, Collana ARTEMISIA, 2013

Per richiedere il libro e le incisioni: Etdo@libero.it

imm.4

Nadia Esposito

“Bisogna dunque sapere che il detto gentiluomo, nei momenti che stava senza far nulla (che erano i più dell’anno) si dedicava a leggere i libri di cavalleria con tanta passione…
… tanto s’immerse nelle sue letture, che passava le nottate a leggere da un crepuscolo all’altro, e le giornate dalla prima all’ultima luce; e così, dal poco dormire e il molto leggere gli s’inaridì il cervello in maniera che perdette il giudizio.
La fantasia gli si empì di tutto quello che leggeva nei libri, sia d’incantamenti che di contese, battaglie, sfide, ferite, dichiarazioni, amori, tempeste ed altre impossibili assurdità.”

Miguel de Cervantes, Don Chisciotte della Mancia, trad. Vittorio Bodini (Einaudi)

 

imm.3

Nadia Esposito

Il Don Chisciotte rivela come la realtà sia un ostacolo da superare, come la fantasia compensi quanto la vita non riesce a darci. E’ anche “il viaggio”, il bisogno di sfuggire a un centro di gravità per essere noi stessi. E un bel viaggio lo compie Nadia seguendo le tracce del Cavaliere errante nella traduzione di un grande poeta e ispanista come Vittorio Bodini, per niente intimorita da tutta una tradizione di pittori e illustratori delle avventure dell’hidalgo. Forte di una poetica neobarocca forgiata nella scuola di Luigi Spanò, combatte i mulini a vento con un tratto che dissemina sguardi indagatori.
Abele Longo

 

imm._1

Nadia Esposito

19 Comments on "Nadia Esposito: Illustrando il Don Chisciotte (Edizioni Accademia di Terra d'Otranto)"

  1. In cima alla luna a Nadia, e a presto per un post dedicato alle incisioni tratte dal lavoro sul Don Chisciotte.

  2. sarei felicissimo di invitare la esposito a ex libris! peraltro questo testo, da lei magnificamente trasposto in imago (trasposto, non illustrato mi sembra intuire), resta tra i miei libri di preferenza.. complimenti nadia esposito!
    r.m.

  3. Francesco Tommasi | gennaio 20, 2013 at 12:18 | Rispondi

    Una creativita’ prorompente, accompagnata da un ottimo segno grafico:sintetico ma esaustivo. Brava!

  4. Giancarlo locarno | gennaio 21, 2013 at 10:56 | Rispondi

    Bello il tratto che dona un dettagliato realismo ad una materia che ha molto del fantastico, come fa peraltro il libro.
    (bella anche la nuova versione del sito- anno nuovo sito nuovo).

  5. cose bellissime fai, Nadia!
    In cima alla luna!!!

  6. C’è un Don Chisciotte in ognuno di noi, almeno noi che amiamo vagabondare per queste rive, di questo sono certa e mi piace pensarlo. Amo le immagini di Nadia, portano in un mondo di sogni, in un tempo sospeso e anche remoto, il segno grafico è un segno felicemente preciso e netto, lasciando spazio all’espressività del soggetto trattato, che non smette di produrre suggestioni. Chi ha questo dono in me suscita sempre una meraviglia che non si esaurisce, e quanto mi piacerebbe starmene lì in disparte a osservare le sue mani mentre stanno creando.

    Ciao a tutti, Doris

  7. antonio sagredo | dicembre 16, 2013 at 07:00 | Rispondi

    Gentile Nadia Esposito,
    Lei è indubbiamente molto capace, i suoi lavori (qui riferiti al Don Chisciotte) sono senza comparazione, e mi ricordano i capolavori della grafica boema del secolo trascorso aventi per oggetto proprio il Don …- e da qualche parte -blog abele Longo – di miei versi sul visionario
    per Lei.
    grazie,
    antonio sagredo
    (se è interessata veda. blog di Linguaglossa o Longo e blog di Ennio Abate

  8. Sono davvero molte belle queste illustrazioni!!! 🙂

Leave a comment

Your email address will not be published.


*