(An Apple a Day) Maurizio Manzo: L’aspetto che sembrava

Fan Ho

L’aspetto che sembrava
scomparso come rintanato
riappariva meno frequente
del sole ma con lo stesso colore
ed è quello che chiami
sussulto che manifesta
ogni tipo di sussurro in abbraccio
che aspettiamo in silenzio

4 Comments on "(An Apple a Day) Maurizio Manzo: L’aspetto che sembrava"

  1. malos mannaja | marzo 30, 2018 at 07:23 | Rispondi

    colpito e affondato dall’eco “sussulto” in “sussurro”. e poi, direi, altrettanto significativo “l’aspetto” sembiante iniziale che silenziosamente muta facendosi verbo (“aspettiamo”). ma soprattutto, la scelta della foto quadra il cerchio.

  2. Nina Maroccolo | aprile 17, 2018 at 15:47 | Rispondi

    ecco – la voce ritorna in un sussulto che si fa abbraccio.
    sussurro gratitudine per i bellissimi versi, nei tagli in b/n della foto…
    perché l’ombra è la vera amica della luce.
    grazie, Maurizio! :-)))
    un forte abbraccio*

Leave a comment

Your email address will not be published.


*