NO MUOS – Ritmo Rivoluzionario

NO MUOS – Ritmo Rivoluzionario

by IfiglidiAbele

Streaming + Download
Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

https://ifiglidiabele.bandcamp.com/track/no-muos-ritmo-rivoluzionario

  €2 EUR  or more

about

Nel processo in corso (uno dei tanti) contro il movimento No Muos il giudice ha ammesso la richiesta del governo di un eventuale risarcimento danni.

“Una linea che potrebbe fare proseliti. «A dicembre c’è un altro grande procedimento, il cosiddetto maxiprocesso – commenta l’avvocato D’Alessandro – e se il tribunale ha accettato questa richiesta, il timore è possano essercene altre in futuro».”

meridionews.it/articolo/60785/no-muos-viminale-chiede-risarcimento-agli-attivisti-e-lennesimo-attacco-contro-i-movimenti-territoriali/

I SOLDI RICAVATI DAL BRANO ANDRANNO TUTTI PER PER LE SPESE LEGALI DEL MOVIMENTO NO MUOS.

BISOGNA RIACCENDERE L’ATTENZIONE SU UNO DEI PROBLEMI PIU’ DRAMMATICI CHE VIVE LA SICILIA: LA MILITARIZZAZIONE DEI TERRITORI CON TUTTE LE CONSEGUENZE CHE QUESTO COMPORTA.

www.nomuos.info

credits

released November 28, 2017
Luciano Cannia – voce
Salvatore Monelli – voce
Giacomo Sferlazzo – voce
Jacopo Andreini – beats, sax contralto e baritono, bouzouki
Ruben Caliandro – tromba
Antonio Putzu – friscalettu
Samuele Venturin – fisarmonica
Piero Spitilli – contrabbassoRegistrato e mixato da Jacopo Andreini
Disegno di Francesco Piobbichi

Le voci sono state registrate da DJ SEBY presso ArteSuoniStudio

IfiglidiAbele Sicily, Italy

Ifigliglidiabele is an independent label from Lampedusa founded in 2009 by… Ifigliglidiabele is an independent label from Lampedusa founded in 2009 by Askavusa Association. It produces audio / video starting with Lampedusa territory to embrace all over the world, often the arms are stretched too far forward and they expand so much us tighten  the universe but sometimes the universe reminds us that “half is better than the whole “. (Cit. Pasquale De Rubeis “U Pachinu”)

contact / help

Contact IfiglidiAbele

Streaming and
Download help

3 Comments on "NO MUOS – Ritmo Rivoluzionario"

  1. complimenti a IfiglidiAbele. il brano linkato è davvero godibile e mi ha ricordato i Sud Sound System dei bei tempi, indimenticati pionieri del raggamuffin italiano.
    notevole e coraggioso soprattutto il testo dalla canzone: spettacoloso il Muos da smontare e spedire “come un siluro che possa arrivare ad Obama nel culo”…
    : )
    e d’altro canto fin dal titolo, “Ritmo Rivoluzionario” comunica forza, volontà e passione civile, con la Sicilia chiamata a diventare spina nel fianco del sistema. altro verso che mi è rimasto in testa è quello dell’assonanza tra ”antenne della morte” e “multinazionali corrotte”.
    poi, cheddire, non ho mai fatto mistero del fatto che non mi piacciono per nulla né l’imperialismo statunitense, né il modello sociale ammmmericano, né il “debitalismo” finanziario made in USA. quindi è ovvio che non voglio essere complice dell’impero americano (la canzone esorta a prendere esplicita posizione, e io rispondo “presente!”).
    d’altro canto, però, con un minimo di realismo geopolitico, a chi può rivolgersi l’Italia – che non è mai stata una superpotenza militare, non ha l’atomica e che, nell’europacco che ci siam fatti rifilare, ha perso ogni peso politico – per *provare* a sopravvivere? ai suoi principali competitor e carnefici, Germania e Francia? mmmm… col pianto nel cuore, facendo buon viso a cattivo gioco, l’unica speranza che (forse) ancora abbiamo è quella di pretendere un dagli USA un trattamento di favore visto che il nostro territorio (ahinoi) ospita più basi statunitensi di qualunque altro http://www.juragentium.org/topics/wlgo/it/marianto.htm#2

  2. dimenticavo… essendo medico, le problematiche riguardanti la salute mi toccano da vicino, quindi massima solidarietà ai cittadini di Niscemi.
    la leggerezza con cui negli ultimi decenni vengono negati “rischi per la salute” per questo o quell’aspetto è inquietante.
    ci serva da monito il fatto che per capire che l’amianto (uno dei più potenti cancerogeni presenti in natura tanto che anche un’unica fibra può causare il mesotelioma) fosse effettivamente cancerogeno ci abbiamo messo più di 50 anni: l’Eternit è stato brevettato nel 1901 e le prime ricerche che dimostrano la pericolosità dell’amianto arrivano dopo gli anni ’60 e dopo *decenni* di uso intensivo in edilizia, ferrovie e compagnia bella.
    epperò vorrei anche raccomandare a tutti un minimo di coerenza, perché è illogico essere terrorizzati dalle onde elettromagnetiche del MUOS e poi portarsi in tasca il cellulare 12 ore al giorno (non solo pure il cellulare può innescare la detonazione di carburanti/bombe, ma l’uso intensivo per più di tre ore/die correla con un aumento dei casi di alcuni tumori cerebrali come il neurinoma dell’acustico e i gliomi). parimenti, fa sorridere l’idea che un fumatore possa ritenere il MUOS il principale nemico della sua salute…

  3. Io non sapevo dell’esistenza di questo movimento e di questo problema fino a quando questa estate per circostanze legate al lavoro della mia compagna, ho conosciuto una coppia di ragazzi di Niscemi che hanno preso parte al movimento. Sono rimasto logicamente colpito dai loro racconti e oltre a tutto ciò che è chiaramente presente nel link ad evidenziare le difficoltà incontrate dalla popolazione di quelle zone, ho avuto la triste conferma che finché un problema non ti bussa alla porta di casa è difficilissimo sentirsi coinvolti. Questo purtroppo sembra la prassi in Italia e magari anche in altri posti del mondo, e quando è proprio lo Stato a non riconoscere certe situazioni e addirittura diventa un antagonista, davvero ci si sente in balia di poteri “dittatoriali”. C’è da dire poi che purtroppo è vero quello che ha scritto Malos riguardo il rapporto dell’Italia con gli Usa, ma è altresì appurato che nessun equilibrio può durare o proclamarsi “convivenza civile” se basato sul ricatto e lo sfruttamento perpetuo del più debole. So anche per esperienza che i siciliani sono persone indistruttibili e i link postati dimostrano non solo tenacia e intelligenza ma anche la loro spiccata ironia unite da un amore per la loro regione che non è facile trovare in altre zone di Italia, quindi prevedo una lotta infinita che spero davvero smuova la coscienza di qualche politico.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*