La rivolta ungherese del 1956 nelle foto di John Sadovy

The LIFE Magazine Collection, 2005

The LIFE Magazine Collection, 2005

Ho appena visitato alla Europe House di Londra – dove ci sono ma chissà per quanto ancora tutte le bandierine dell’Unione Europea – la mostra dedicata alle foto di John Sadovy (1925-2011) della rivolta in Ungheria, che ebbe luogo esattamente sessant’anni fa, dal 23 ottobre al 10 novembre 1956. L’insurrezione, nello spirito anti sovietica e che fu repressa dalle truppe di Mosca, vide migliaia di feriti e centinaia di morti tra chi era in favore o contrario all’insurrezione oltre che tra i soldati sovietici. Le foto di Sadovy, uno dei pochi fotoreporter che riuscì ad entrare in Ungheria, furono pubblicate dalla rivista Life negli articoli di Timothy Foote, che con Sadovy fu testimone delle atrocità commesse da entrambe le parti. Iniziata da un movimento studentesco, la rivolta coinvolse subito tutta la popolazione. Come scrisse Sadovy, appena insignito del premio Capa e che era stato al servizio dell’esercito britannico durante la seconda guerra mondiale, ebbe modo di vedere “l’impatto dei proiettili sui vestiti di un uomo”. Sadovy, che fu anche ferito a una mano, aggiunse inoltre che non aveva mai visto uccisioni così rapide. Colpisce allo stesso modo la “rapidità” con cui il fotografo riesce a catturare momenti così drammatici oltre che il coraggio nel “puntare” la macchina fotografica.

A.L.

http://www.repubblica.it/esteri/2016/10/22/news/ungheria-150320989/?ref=HREC1-16

The LIFE Magazine Collection, 2005

The LIFE Magazine Collection, 2005

Il primo di 40 agenti della polizia segreta ungherese fucilati

The LIFE Magazine Collection, 2005

The LIFE Magazine Collection, 2005

Una donna sputa sul cadavere di un colonnello della polizia

John Sadovy – autoritratto i.telegraph.co.uk/multimedia/archive

 

Be the first to comment on "La rivolta ungherese del 1956 nelle foto di John Sadovy"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*