Augusto Benemeglio: Nomen Omen di Fabrizio Centofanti

Per Fabrizio Centofanti l’impulso alla ricerca della verità non ammette frontiere di fatica. Ogni rivo del proprio sangue, ogni energia, ogni atomo chiuso nel suo corpo e nella sua mente che vive in lui è come una porta aperta in cui entra ogni storia, ogni angoscia, ogni ferita, ogni dramma che si fa ora canto, preghiera o disperata allucinazione d’amore, sacro o profano che sia:

NOMEN_OMEN

4 Comments on "Augusto Benemeglio: Nomen Omen di Fabrizio Centofanti"

  1. rosaria di donato | aprile 30, 2012 at 10:28 | Rispondi

    Non ho ancora avuto l’occasione di leggere questo autore così interessante. La recensione di Augusto è davvero illuminante: mi è venuta una grande curiosità!
    Grazie!

    Rosaria Di Donato

  2. Ho avuto la fortuna di leggere tutt i testi della raccolta.
    La recensione di Augusto ne evidenzia la grande profondita spirituale e l’empatia che ne deriva.
    L’Autore, calato nel suo stato umano, mai dimentico delle proprie scelte esistenziali, trasmette l’autenticità di un’anima in continuo dialogo con il divino.
    Grazie.
    cb

  3. Fabrizio Centofanti è un poeta ed uno scrittore di grande spessore spirituale ed intellettuale, da non perdere.

  4. Un libro vivo, un cuore pulsante…..

Leave a comment

Your email address will not be published.


*