(An Apple a Day) Antonella Montagna: A Nina


A Nina

Ora che le dita roventi dell’estate,
s’intrecciano a mani di fulmini e tuoni,
ora che il vento furioso di Libia
si ritira, sconfitto
e il normanno maestoso
schiocca le vele,
in quest’ora che autunno colora,
è così delicato
il succo verde di mela.

5 Comments on "(An Apple a Day) Antonella Montagna: A Nina"

  1. Bella musica in questi versi, Antonella.
    Un abbraccio.

  2. altra bella mela, dolce, succosa, musicale…

  3. Nina Maroccolo | ottobre 3, 2011 at 15:48 | Rispondi

    E’ dolcissima, cara Antonella!
    Le parole sembrano avvolte da un’aura trasparente, elegante.
    Bello lo scorrere delle stagioni. Il senso del Tempo trasmutato non diviene: E’.
    Mi piace molto la soluzione formale & tematica [passaggio dall’estate all’autunno], con una liricità netta, semplice… Le parole trionfano carezzevoli, i “tuoi” pastelli ci accarezzano nella stagione di mezzo.
    Tanti cuori per te. Ogni cuore sia un colore della natura…
    Grazie, amica cara!

    Ogni Bene, tua
    Apple Ninette***

  4. monica martinelli | ottobre 4, 2011 at 09:03 | Rispondi

    Belle e colorate immagini per una delicata poesia da gustare!
    monica

  5. Non mi ero accorta dei commenti fino ad ora…. Grazie!

    Ora che autunno scolora in violenze programmate da energie funeste, ora che toglie il grido pacifico di protesta per questo mondo che non si decide a seguire l’onda anomala del cambiamento già in atto.

    Ora, proprio ora penso che siamo molto fortunati, noi poeti, ad avere coltivato piantine di emozioni che la bacchetta/penna trasforma in melodie. Ora, vi stringo tutti in un forte abbraccio, d’amore.

    Anto

Leave a comment

Your email address will not be published.


*