Ascanio Celestini: Poveri Partigiani

 

ricordate i morti ma ricordateli vivi

 

 

 

10 Comments on "Ascanio Celestini: Poveri Partigiani"

  1. ciao Abele.
    felice del tuo ritorno.
    Pover partigiani!… sì, dimenticati e rispolverati solo per pubblicizzare governi votati al consumismo di ogni cosa, perfino delle anime.
    Poveri morti, cui dedicano strade, e mai ricordati vivi.
    Grande Celestini!
    grazie
    un abbraccio
    cri

  2. Al mio paese il 25 aprile i più vecchi (oramai sempre più pochi) ricordano la morte di Roseo il partigiano, uno dei più bei ragazzi trucidato proprio il giorno della Liberazione da un gruppo di tedeschi in fuga.
    Qui se vuoi leggerlo il mio racconto ispirato a quel ragazzo e al suo amore.

    http://falconieredelbosco.splinder.com/post/23738403/le-statuine-del-partigiano

  3. simonetta bumbi | aprile 25, 2011 at 07:18 | Rispondi

    abele…
    grazie!
    t’abbraccio
    simy

  4. Quanto ci voleva!
    Grazie, Abele.
    c.

  5. pasquale vitagliano | aprile 25, 2011 at 12:35 | Rispondi

    “ODIO GLI INDEFFERENTI”

  6. “Ricordiamoli vivi”, “restiamo umani”

    grazie Abele!

    Bentornato.

  7. al tipo bisognerebbe ricordare che è meglio il “comunismo” che il consumismo…magari un Comunismo mai realizzato nel mondo fin’ora ma….(tratto dal commento ci C.B.).
    saluto!

  8. Cinzia Marulli | aprile 25, 2011 at 19:56 | Rispondi

    Grazie Abele per questo post così necessario nel nostro momento storico.
    Oggi non ho fatto altro che pensare ai così detti IMI (Internati Militari Italiani), giovani di immenso coraggio che la storia ha trattato malissimo! Ricordiamoli! ricordiamoli! E mi sorge urgente una domanda: riusciremmo noi a sopportare e ad affrontare quello che hanno affrontato loro con lo stesso coraggio? Cerco la risposta, almeno nel mio caso, e non riesco a trovarla. Non so, mi sembra così immenso il loro sacrificio che in confronto io mi sento una piccola cellula spersa.
    Cinzia

Leave a comment

Your email address will not be published.


*