Pugliamondo – Roberto Matarazzo

Pugliamondo - Roberto Matarazzo

“Questa mattina, molto presto, ho viaggiato nel sud che amo tra pagine di ‘pugliamondo’ ritrovando versi stampati delineati da belle e fascinose persone. Questo è il sud che apprezzo, erede della Grecia e della sua cultura cosmopolita, degli arabi e degli ebrei sapienti, contro certi oscurantismi mafiosi e camorristici, vera vergogna del nostro meridione e non solo”
Roberto Matarazzo

11 Comments on "Pugliamondo – Roberto Matarazzo"

  1. Roberto è un artista speciale, per la passione e la generosità con cui si relaziona all’opera di altri; integrando, approfondendo, lasciando il suo tratto inconfondibile. Te ne siamo grati, Roberto, è tra gli omaggi più belli al nostro caro volumetto.
    Abele

  2. Grazie Roberto, per le parole che hai dedicato a Pugliamondo.
    Vincenzo

  3. ma grazie a Voi tutte e tutti che avete pubblicato un volume di grande suggestione..

  4. Franco Corlianò | ottobre 6, 2010 at 13:23 | Rispondi

    Grazie Roberto per le bellissime tue parole. Noi di “Pugliamondo” ti siamo profondamente grati.
    Franco Corlianò

  5. pasquale vitagliano | ottobre 6, 2010 at 14:58 | Rispondi

    Grazie Roberto: lettore attento, pittore delicato e potente allo stesso tempo. Non so ancora dire se più bravo o più generoso. La bravura è evidente. La generosità la voglio sottolineare con forza e affetto in questa epoca desertificata. I doni dei suoi ex-libris sono testimonianza che il “latte della umana tenerezza” salverà il mondo.
    PVita

  6. Doris Emilia Bragagnini | ottobre 6, 2010 at 15:21 | Rispondi

    Mi associo decisamente, e come non farlo, al coro che parla di Roberto come di un artista sensibilissimo, attento e generoso, di rara grazia nel porgersi ed avvicinarsi alla “magia” di altri artisti…

    Doris

  7. annamaria ferramosca | ottobre 7, 2010 at 17:12 | Rispondi

    e’ proprio questa sensibilità che fa di Roberto un insostituibile artistamico. una persona “culta” che offre la sua arte a dilatare le parole in cui crede senza chiedere nulla in cambio. se non ci fosse lo si dovrebbe inventare…
    annamaria ferramosca

  8. vincenzo mastropirro | ottobre 7, 2010 at 22:59 | Rispondi

    semplicemente….. grazie Roberto

  9. resto colpito e affascinato da tante acute considerazioni ma, da “neo greco_pagano radical chic”, cosa di cui dicono di me e che accetto con ironia, direi che amo molto gli spazi delle AGORA’ in cui era bello il confronto tra culture e le più disparate, qui da abele longo, si respira aria da AGORA’ e, in fondo, il progetto “ex libris” cosa è se non sorta di rivisitazione dello spirito delle AGORA’?

Leave a comment

Your email address will not be published.


*