prosenze inquietanti: maggio

per il mese di maggio, le prosenze inquietanti vi invitano a cena con Domenico Aliperto di Librimprobabili e col suo racconto “Calamari”.     CALAMARI   È un miracolo che l’uomo abbia scoperto che il…

Read More

Giancarlo Locarno – “Matias Akankari” di Gerson Poyk

Matias Akankari arrivò qui dalla jungla dell’Irian Barat, portato da un paracadutista. E questo è il breve racconto della sua storia in città… Giancarlo Locarno_ MATIAS AKANKARI di Gerson Poyk



Fausta Genziana Le Piane: Il cielo in una stanza e la religione del rapporto amoroso

IL CIELO IN UNA STANZA e la religione del rapporto amoroso “Sola non cura il mio tristo languire, e sola il può curar; ché solo a lei il mio viver è in mano e il…


Fabio Strinati – poesie inedite

  IO E IO Credo che la vita sia il mio principale aguzzino, e quando ci sono quelle giornate umide e le mosche bidonate nella lordura del momento, mi ritiro nel mio bureau di taccuini,…


Improvvisi per… “La Patagonia e Daniele Del Giudice” di Marina Torossi

La Patagonia e Daniele Del Giudice di Marina Torossi Il regno del vento assoluto, delle nevi che scendono fino al mare, delle montagne su cui volano i condor, il regno dei pinguini, dei guanaco, dei…


Paola Musa: Anse di memoria,

Paola Musa, Anse di memoria, Macabor Editore, 2017 “Il poema di Paola Musa, Anse di memoria, prende il titolo dai primi versi che ne danno l’avvio («Anse di memoria / sinuose e sfuggenti») e rappresenta…


Giancarlo Locarno: Roberto Busa- Il Prete e le schede Perforate

Roberto Busa, gesuita e studioso di San Tommaso D’Aquino, docente  all’Università Gregoriana e poi all’Aloisianum di Gallarate. Fu tra i primi a definire e quindi adottare le metodologie ipertestuali, questo negli anni cinquanta, almeno quindici…


Roberta De Luca: Partita Penelope. Monologo in versi di Simone Di Biasio

Partita Penelope. Monologo in versi di Simone Di Biasio “Lascio la terra dell’ulivo, la grande casa che accolse le mie pene lo spazio che mi fu uomo, compagno e destino: ho combattuto anch’io la mia…


prosenze inquietanti: aprile

ed ecco la primavera, che subito ci sprona a rinnovare gite e passeggiate nella natura per scrollarci di dosso il torpore casalingo invernale. proprio per questo le prosenze inquietanti, vi invitano a partecipare ad un’emozionante…